sabato 3 settembre 2016

Invidia

Devo ammettere che invidio quelle persone che raccontano tutto di sé, senza filtri, senza inibizioni.
Ti conoscono da un giorno e sono in grado di raccontarti i dettagli più intimi della loro vita.
Oppure quelle persone che sui social network condividono ogni attimo della loro vita, anche quelli più intimi. Anche i pensieri più profondi, più oscuri.
Invidia. Ecco cosa provo per loro.
Io non ci sono mai riuscita e nonostante oggi abbia fatto face con me stessa, comunque agli altri racconto sempre molto poco di ciò che penso, di ciò che vivo, di ciò che desidero.
Mi dico che importante è che non racconti cazzate a me stessa. Anche se poi non ne parlo con nessuno, va bene lo stesso.
Però mi rimane sempre il dubbio che questo vada bene.
Boh.
Questo è l'unico posto, dove nonostante tutto, nonostante siano passati anni e non senta più l'esigenza e la necessità di scrivere ogni momento, riesco ancora ad essere me stessa al 100% e a dire e raccontare la parte più intima di me.
Forse mi sento protetta dall'"anonimato", o forse perché qui non ho un "ruolo", non ho un personaggio da dover difendere, qui posso essere me stessa.