lunedì 8 giugno 2015

Mentirsi

Pensavo di avercela fatta, mi sono sentita – per un attimo – “arrivata” ed è stato proprio quello ad avermi fregata.

Ho abbassato la guardia, ho pensato che fossi “guarita”, che era solo stata un brutta e lunga parentesi della mia vita, ma che da quel momento in poi avrei avuto una vita “normale”.

Ma evidentemente la normalità non fa per me, o forse non la so gestire. O magari ancora, non ero “guarita” per niente.

Certo è che la vita mi mette sempre davanti a delle sfide importanti, la fortuna da queste parti non è mai passata un granché. La classica botta di culo è un concetto a me sconosciuto.
Però non è che abbia molte alternative, o mi arrendo, o combatto.

Tornerò a scrivere perché questo mi ha sempre aiutata, ma soprattutto mi hanno aiutato le tante persone che in tanti anni di blog hanno condiviso con me pensieri e parole.

E vi e mi racconterò tutto, perché non posso continuare a nascondermi dietro un dito.


8 commenti:

  1. Ciao Claudia, sono contenta di averti ritrovata anche se avrei preferito leggere che sei felicissima ... D'altronde come ogni volta che leggo i tuoi post, mi ritrovo in ogni singola parola che scrivi e non posso esimermi da queste noiose intromissioni...!
    Proprio ieri mattina mi sono ritrovata a piangere in silenzio pensando a cosa mi sono fatta nell'ultimo periodo, a quanto mi sentivo Forte e poi invece mi sono ritrovata con un pugno di mosche e tanta tristezza e solitudine. Paradossalmente poi, ieri sera il mio ragazzo mi ha detto che è tanto contento perché crede che io stia imparando ad amarmi .. Evvabbè.
    Scusa il pippotto... Ti volevo esprimere vicinanza e invece ho parlato di me!
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai espresso vicinanza, altroché. Sicuramente molta di più di quella che ho nella vita "reale".
      A volte la gente vede quello che vuole vedere, o forse siamo noi ad essere diventate così brave a nasconderci che puntualmente le persone non capiscono nulla.
      Boh, non so.
      Comunque ti ringrazio per il tuo commento.... a presto!!!!

      Elimina
  2. Mi spiace per la sensazione.. A volte continuare a provare è l'unica cosa giusta da fare.. Prima o poi si riesce! :*

    RispondiElimina
  3. Claudia te la sei giocata ad armi impari contro un mostro e hai vinto comunque
    Vincerai sempre
    Ogni volta che sarai ancora in grado di riconoscere la mela marcia
    Vincerai ancora
    Non puoi vivere con l elmo abbassato tutta la vita
    A volte si fanno prove di volo
    Si cade
    M di prova a volare senza mille timori
    Se no non è vivere
    È semplicemente scegliere un altro conpromesso
    Per me hai comunque vibto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Vic. Davvero. Non sai quanto bene mi faccia in questo momento sentirmi dire che "ho vinto" da una persona che stimo molto.
      Grazie davvero.
      E comunque, è come dici tu. Almeno ci ho provato. Almeno ci sto provando. Almeno mi rendo conto che qualcosa non va e con i miei tempi che purtroppo sono biblici, ma con i miei tempi riuscirò di nuovo a trovare quella forza per provare di nuovo il volo :)

      Elimina
  4. Cara Claudia, non sai quante volte anche io mi sono detta che avevo vinto, che adesso basta, ma basta davvero, che stavolta sarà tutto diverso. Ogni volta deve essere così e poi ci ricasco, anche di poco, ma ci ricasco. Solo che ti dirò... siamo comunque più forti noi perchè non molliamo mai. Perchè ci riproviamo SEMPRE. E per quanto sfinite e provate, per quanto avvilite e stremate noi siamo sempre lì, sulla linea di partenza, con i pugni chiusi e a muso duro ad affrontare tutto, a schivare il fango che noi stesse purtroppo, senza alcuna voglia ma inevitabilmente ci gettiamo addosso; a puntare i piedi e a dirci che no, non può essere così per l'ennesima volta e sti cazzi! Cedere a questo stramaledetto male ogni volta lacera, strappa e fa a pezzetti il cuore e l'animo però io voglio sempre pensare che esiste il domani per poter ricominciare ancora e sono certa che il nostro domani definitivo prima o poi arriverà e saremo in grado di sapere e capire e soprattutto decidere e stabilire che guardarsi indietro troppo non fa affatto bene.. Magari una sbirciatina ogni tanto, ma nulla di più altrimenti rischiamo di far crollare le nostre certezze già acquisite e che bene o male ci tengono in piedi e ci aiutano ogni volta di più a compattare il nostro essere e desiderare di ricominciare a giocare la nostra partita dalla casella in cui siamo e non dallo start... infondo lo start lo abbiamo superato già da un pezzo e non ci resta che giungere all'arrivo!

    RispondiElimina
  5. proprio oggi una tizia mi ha detto'ci sono mali peggiori'!ma che ne può capire una che fa la fragile perchè ha la pressione bassa?
    e mi tocca ingoiare.sempre.
    ma arriverà il momento del riscatto...quando ci prenderemo tutto.con gli interessi.arriverà.

    un bacio

    RispondiElimina