mercoledì 26 marzo 2014

Limiti


Veggie:
Io penso che fai benissimo a non farti bastare quello che hai... Perchè è la molla che spinge a migliorarsi, ad andare avanti, a cercare sempre qualcosa di meglio. Fino a che ovviamente non sconfina nel patologico per cui non sei mai soddisfatta di quello che hai, e quindi hai una tensione verso altro che ti fa solo stare male... Però, fino a che non trascendi questi limiti, allora il volersi migliorare e aspirare a qualcosa di più la reputo una cosa decisamente positiva...

Io concordo con Veggie.
Ho imparato a riconoscere i miei limiti.
Con sudore e fatica.
Ho imparato a fermarmi quando vado "oltre".

Ed è per questo che non mi arrendo.
Ed è per questo che non posso arrendermi.

4 commenti:

  1. Anche io concordo con Veggie e approvo il tuo non volerti arrendere. Non bisogna mai abbassare la guardia, il DCA è sempre in agguato...

    RispondiElimina
  2. Concordo. Dev'essere sempre uno stimolo sano... se fa star male però, non è più sano. Ti abbraccio forte cara Claudia. Un bacione.

    RispondiElimina
  3. E quanta fatica che ci vuole, prima per riconoscere, e poi per accettare, i propri limiti.
    Eppure, sempre di più mi accorgo che è una cosa che col tempo impariamo a fare.
    E questo costituisce la base per rappresentarci, e per poter vivere sempre più a pieno.

    RispondiElimina
  4. Io invece su questa cosa del riconoscere i miei limiti ci devo lavorare ancora tanto...nei prossimi mesi sicuramente avro' modo di mettermi alla prova!

    Sei forte Claudia, una vera guerriera!!!
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina